FURTHER

'At this point of the work, the Artist is  extrapolating single elements from the prior visual field in order not only to explore, point out and possibly name new singularities from within the broader field of the exhistence, but also to hint at the blurry, ever changing border between the singularities themselves'. An ontological assumption is therefore interpolated with the aesthetical act. The particular concentration on conventional markers and signs highlights once more the deep implication of the artist with semiotic as a research field from which any assumption about human and not human nature can be desumed'.

A questo punto dell'opera, l'Artista estrapola singoli elementi dal campo visivo precedente non solo per esplorare, indicare ed eventualmente dare un nome a nuove singolarità all'interno del campo più ampio dell'esistenza, ma anche per accennare al confine sfocato e sempre mutevole tra le singolarità stesse". Un assunto ontologico è quindi interpolato con l'atto estetico. La particolare concentrazione su marcatori e segni convenzionali evidenzia ancora una volta la profonda implicazione dell'artista con la semiotica come campo di ricerca da cui si può desumere qualsiasi ipotesi sulla natura umana e non umana".

Dott.prof.expert.erudit.gran ciarlat.croat. Fucic