Impalpabile

performance/installazione

 

Se Narciso si riflette ai tempi del mito nell’acqua di una fonte, Canelles si rifugia, con sottile ironia, in una morbida, vecchia vasca, e forse invita noi tutti ad imitarlo, almeno simbolicamente, entrando nella soffice stanza che ci ha preparato. Che però – afferma l’artista - è in realtà una prigione, perché la superficialità insita nel culto dell’apparire, costringe alla fine in un gioco infelice.