INCONTROLUCE 

partecipatory opening

Memoria e infanzia. Porzioni di spazi. Angoli di sogni.  Una ricerca tra passato e presente.

Un racconto immersivo, poetico, visionario e collettivo dei vari microcosmi autobiografici.

Silenzio. 

immagini

Un ritorno ai suoni e agli oggetti dell'infanzia, ricreandoli, per riscoprirli e poi condividerli nello spazio scenico.

suoni

Un tappeto sonoro che collega il nostro presente ai suoni e rumori della memoria. Impalpabili

emotivi 

corpi

Un lavoro sulla gestualità, attraverso il mezzo audiovisivo, giocando e attivando un transito tra gli elementi del codice visivo e il corpo agente della macchina da presa.

parole

Flash, scritte, flash di sensazioni, riotrni aspazi antichi. S/misurati.