LA PIETA'
2010 Colour hight-definition video on screen/colour hight-definition

 

The dominant stage of the work allows a reflection on the sacrality of the body and the pathetic dimension of the contemporary man, giving the theater an undoubted supremacy compared to the audiovisual work, converting the painting in a moment of narrative.

But what happens if this conversion is realized within a pure creative dynamic, which is also visually structured and free of explanatory tasks?

The work subtracts a definitive landing point of the shape, expanding in time the recognizable figurative expression of the still. 

La dominante teatrale del  consente una riflessione sulla sacralità del corpo e la dimensione patetica dell’uomo contemporaneo, dando al teatro un primato indiscusso rispetto all’opera audiovisiva, trasformando il dipinto in un momento di narrazione. 

Ma cosa succede se questa conversione si realizza all’interno di una dinamica creativa pura, che è anche visivamente strutturata e priva di compiti esplicativi? 

Il lavoro sottrae un definitivo punto d’approdo della forma, dilatando nel tempo la riconoscibile icasticità del fermo-immagine.

 

CREDITS

Ideazione e Regia Manuel Fanni Canelles

Interpreti Maurizio Zacchigna

Direttore della fotografia Daniele Trani

Equipe trucchi e scenografia Adriana Pestel, Aurea Parovel per Ial Fvg

Anno 2008 

Edition of 9 + 2 A.P.
Running time: 2',02''
Courtesy LipanjePuntin artecontemporanea